MOLTEPLICI INIZI.


A proposito di:

interculturalità - scuola - letture - frivolezze - risparmio - letteratura greca - creatività - viaggi - giardinaggio .. e bizzarrie varie.

domenica 27 maggio 2018

Matematica, Professoresse di

Prima parte.

E' trascorso quasi un anno da quando Tinni ha calpestato per la prima volta i pavimenti del Primo Liceo Statale della sua Vita ed è quindi arrivato il momento di dedicare qualche riga agli esemplari di una categoria molto speciale, che dentro tale liceo sanno lasciare decisamente il segno: l.P.d.M.d.L.S., cioè le-Prof.-di-Matematica-del-Liceo-Scientifico.

Il Primo Liceo Statale della Vita di Tinni possiede una lunga, asfittica e chiassosa sala insegnanti, ma lì dentro, di Prof di Matematica, non è che se ne vedano molte. 
Arrivano tardi, proprio sul filo del suono della seconda campanella? No, non sarebbe da loro. Quella è una cosa che fanno i supplenti, e di supplenti, in quella classe di concorso tanto ambita, ce ne sono davvero uno sparutissimo numero.
Sono allora forse già in classe, ad attendere feroci le loro prede? No, nemmeno per idea: i contatti con gli alunni devono restare all'interno dei costituzionali paletti imposti dall'etichetta scolastica: questo è quello che pensano silenziose le Prof. di Matematica del Liceo Scientifico, e nessuno si permette mai di smentirle.
Oppure fanno la fila alla macchina delle fotocopie? Macchè. Pochissimi sono i fogli di carta di cui esse necessitano: il quoziente di letalità di una loro verifica è inversamente proporzionale al numero di righe di cui essa si compone. A volte, per sterminare un'intera classe di speranze, basta loro anche la semplice lavagna.
No, non sono nemmeno lì.
Una ventina di colleghe non possono neppure essere colte tutte istantaneamente da accessi di cistite o di diarrea, quindi sarà inutile cercarle nel bagno; malate, quelle non lo sono mai; anche la Preside le teme, e le convoca nel suo ufficio solo quando la mattina si è alzata di estremo buonumore.

E allora?
Dove trascorrono il loro tempo le Prof. di Matematica del Liceo Scientifico?

La risposta sta incuneata intorno ad un tavolo marrone che occupa una parte di corridoio tra la Vicepresidenza e la sala insegnanti: quel tavolo è il regno delle PdMdLS. Si trovano tutte lì, la mattina, in quei minuti sformati che conducono ciascuno di noi dal portone di ingresso ai passi affrettati verso la propria aula. Si trovano tutte lì e solo lì e già questa scelta è allegoria del loro sentire, del loro sentirsi.



Le Prof. di Matematica del Liceo di Tinni, infatti, sembra proprio non possano condividere gli spazi degli altri; solo là, intorno al loro tavolo, il giusto brusio fatto di integrali e frazioni algebriche potrà massaggiare le loro orecchie affaticate; solo là, al fianco di esemplari come loro, i giudizi sugli alunni dotati e sugli asini negati potranno essere circondati dal giusto alone di comprensione; solo là si potranno confrontare verifiche, erroracci, esperienze in laboratorio, test universitari. Solo là: mentre il resto degli individui chiamati a dividere con loro i consigli di classe scorreranno come formiche impassibili di fronte al fortino, incapaci di fendere anche solo con un saluto il muro invisibile di tutta quella competente intelligenza logica.

Nei Consigli di Classe, il più delle volte, l.P.d.M.d.L.S. ostentano una glaciale cortesia: sì, certo, possono prestarti l'ora per l'uscita a teatro; no, non hanno la possibilità di accompagnare nessuna classe in gita; dimenticavano: hanno intenzione di organizzare una simulazione dell'imminente Prova Invalsi ministeriale per tutte le classi parallele; certo, in classe lavorano con un buon profitto e no, non hanno nulla di particolare da lamentare. Ma il muro invisibile edificato intorno a quel tavolo ogni mattina non le abbandona nemmeno quando sono sole, dentro a Consigli di Classe abitati da altri imprevedibili esseri umani: bislacchi colleghi di arte, vulcanici insegnanti di lettere, narcolettici docenti di scienze, miti professori di religione. Annuiscono, alzano la mano, parlano poco e - brucia ammetterlo! - anche bene. Ma non condividono. I Prof. di Matematica del Liceo Scientifico faticano a partecipare nelle cose altrui: le attività, i verdetti sugli alunni, le strizzate d'occhio, anche le lamentazioni.

Ma perché? Cosa rende le Prof. di Matematica del Liceo Scientifico tanto refrattarie alla comunicazione interdipendente? 


(continua...)



Nessun commento:

Posta un commento