MOLTEPLICI INIZI.


A proposito di:

interculturalità - scuola - letture - frivolezze - risparmio - letteratura greca - creatività - viaggi - giardinaggio .. e bizzarrie varie.

giovedì 7 ottobre 2010

Outing (della serie vai di titoli a sfondo sessuale)

Ho scoperto solo 5 anni fa che si diceva pasta all'amatriciana e non alla matriciana.
Ho scoperto solo 3 anni fa che si diceva dormire all'addiaccio e non alla "ghiaccio" (un po' sulla falsa riga di "dormo a pesce" o "nuoto a rana", con un pertinenente riferimento al freddo che può derivare da questa pratica).
Nello stesso periodo, all'incirca, ho scoperto che il francese, in Canada, si parla solo in una regione e non in tutto il paese.
Ho scoperto solo poco più di un anno fa che il logo con LV incrociate sta per Louis Vuitton e quello con la G sta per Gucci.
Ho scoperto (questa è la più bella!), dopo un anno circa che vivevo a Parigi, che sui cestini della spazzatura per strada la scritta Propreté de Paris non era un refuso per indicare che quei sacchi erano proprietà di Parigi.
Ho scoperto solo qualche mese fa che la P attaccata dietro alle macchine sta per principiante e non per patente fresca (vi giuro non so spiegare dove avessi appreso questa bislacca nozione).
Ho scoperto solo 2 giorni fa che "Il Grande Timoniere" era Mao Tse-tung e non D'Alema (ebbene sì, credevo fosse lui. Questo non significa però che io lo considerassi un buon timoniere. Ecco, giusto per non far nascere equivoci).
Ho scoperto solo ieri che Antonino Liberale era un autore greco e non latino.
E nella stessa giornata ho scoperto anche che Ted Kennedy era morto da un po'.
Ho scoperto solo oggi che si può dire sia famigliare che familiare.
...
La mia vita è piena di sorprese, non trovate?

4 commenti:

  1. Ho scoperto solo al liceo che si dice "sul lastrico" e non "sull'astrico".

    RispondiElimina
  2. Ho scoperto pochi anni fa (più o meno nel periodo in cui conoscevo Tinni) che il formaggio chèvre non è formaggio di cervo e che il caffè olé non sottintende che si vuole un caffè e che lo si vuole al più presto. Ah, e che la dinamo, non l'adinamo...

    RispondiElimina
  3. Κασεάκυλοι7 ottobre 2010 16:50

    Beh, sempre meglio di ritenere – come si faceva scherzosamente a Roma – che P non fosse Principiante, ma Pippa... Vogliamo mettere in piazza i terribili problemi che sorgono quando si deve scegliere tra l'aparodo e la parodo? E tra l'Amatriciana e la Matriciana? e tra alazie e 'a lazie (rigorosamente miniscola: in italiano, la s.s. lazio, ovvero «sono solo [della] lazio [povero me])? Oppure quando ho scoperto che i Greci non accentavano alla lesbia e che quindi non potevo dire πάρθενος, ma παρθένος (vi sembrerà una cosa da niente, ma a me mi è franato un mondo!!!!)

    RispondiElimina
  4. io ci rimasi male quando scoprii che quello che ritenevo essere il mio nome fosse in realtà il mio cognome e quello che consideravo cognome fosse il mio nome (è una cosa di "qualche" anno fa). però quella del "grande timoniere" è davvero meravigliosa :)

    RispondiElimina