MOLTEPLICI INIZI.


A proposito di:

interculturalità - scuola - letture - frivolezze - risparmio - letteratura greca - creatività - viaggi - giardinaggio .. e bizzarrie varie.

martedì 26 ottobre 2010

Piccola polemica mattutina

Premettendo che STIMO Fabio Fazio come conduttore e gli sarò grata a vita per aver dato forma, contenuto ed audience ad uno dei migliori programmi televisivi degli ultimi anni (ricordo ancora il primo anno che lo trasmisero, con la mitica Ilary e il metereologo modenese impacciatissimo), e premettendo altresì che AMO Roberto Saviano e lo nominerei seduta stante Presidente a vita della Repubblica,
mi chiedo se debba essere imputato a loro medesimi o ai creatori dello spot l'erroraccio grammaticale reiterato che compare nel promo della loro prossima trasmissione a due, che potete rivedere qui.
Il lessema perché, come ci insegna il vocabolario e anche la temibile strisciolina rossa di Word, si scrive infatti con l'accento acuto, ovvero con é (e andrebbe anche pronunciato di conseguenza con la E chiusa, cosa che un nordico come me riesce molto difficilmente a concepire, ahimé). Lo so che quando si scrive a computer è una barba perché ciò ci costringe a premere due tasti invece che uno, ma alla lavagna questo non dovrebbe causare problemi.
Detto questo, mi chiedo infine se qualcun altro, magari nella blogosfera, abbia notato tale svarione. Ne avete avuto notizia, per caso? Se ciò non fosse avvenuto, mi sentirei molto maestrina pedante e molto blogger di avanguardia.

4 commenti:

  1. hem, lasciamo perdere: è (no, scusa é, no, anzi è volevo dir...uff) un miracolo se già metto l'accento sulla vocale giusta.

    RispondiElimina
  2. Carissimo, non mi permetterei mai di venire a fare le pulci grammaticali al tuo blog, ciascuno fa come vuole, è solo che in uno spot televisivo di una trasmissione comunque culturale ed elevata mi ha un po' spiazzato...cioè, non può certo essere un refuso, no?!

    RispondiElimina
  3. Ok, sei decisamente una blogger d'avanguardia!
    Devo dire che mi sento molto in sintonia con Frank ;)

    BB

    RispondiElimina
  4. Κασεάκυλοι27 ottobre 2010 19:57

    Sarò un polemico nato, ma la mia professoressa di italiano – giustamente – con due errori di accento metteva l'insufficienza. Gli accenti non sono vezzi grafici, ma indicano la giusta pronuncia: e (che si scrive senza accento, ma si pronuncia "é" chiusa) è la congiunzione, "è" aperta il verbo. Oltretutto, Saviano scrive perche', con l'apostrofo, come se la parola avesse perso una sillaba, come ad esempio avviene con po' (da poco). Anche questi piccoli elementi mi ricordano quanto poco la scuola italiana sappia fare.

    RispondiElimina