MOLTEPLICI INIZI.


A proposito di:

interculturalità - scuola - letture - frivolezze - risparmio - letteratura greca - creatività - viaggi - giardinaggio .. e bizzarrie varie.

martedì 24 maggio 2011

La prima cosa che facciamo

La prima cosa che facciamo, tutti, quando cominciamo le prime pagine di un libro, è quella di dipingerci in testa le facce, i colori e le architetture che vi sono descritte. E, spesso, senza - o quasi senza - correlazione alcuna con quanto è descritto verbalmente dall'autore stesso.

Per esempio io, lo confesso, ecco, io non ce l'ho mai fatta a pensare al Professore di Incantesimi di Hogwarts come ad un nano. Probabilmente tutto è nato dal fatto che io HP l'ho letto in francese, e mi sa che all'epoca del libro 1 mica lo sapevo ancora cosa voleva dire nain, ma fatto sta che una volta creatisi i suoi lineamenti e i suoi caratteri fisiognomici nella mia testa, non ce l'ho più fatta a modificarli, nemmeno a prezzo di enormi sforzi auto-ipnotici. Ecco perché non ho voluto vedere i film del maghetto prima di aver letto i libri ed ecco perché gli stessi film non mi hanno più di tanto coinvolto.



Una cosa divertente, poi, è cercare di capire, quando un amico o un compagno leggono un libro in tempi simili ai tuoi, come loro si sono immaginati quel personaggio o quella casa: ricordo ancora una mezza litigata con una persona sulla taglia e il pelo del mitico ed indimenticabile cane Julius di Malaussene. Peccato solo che la mia memoria non riesca a mantenere saldi tutti i volti e le strade e i colori dei romanzi che leggo: dopo qualche mese, la faccia di quel poliziotto o le pareti di quella stanza, che prima mi facevano compagnia quasi ogni giorno, sfumano via, come colori ad acqua lavati.

Ebbene, tutta 'sta premessa sbrodolosa per dire cosa? Bhe, per dire che anche nel Blog-mondo, io i personaggi me li dipingo in testa, me li ricreo con la fantasia e me li vedo davanti quando leggo di loro: mettendo da parte quelli che conosco di persona o che hanno foto di loro stessi sulla pagina pubblica, ciascun Blogger ha per me ipotetici lineamenti, tic e stili, che sono certa non abbiano nulla o quasi a che fare con la realtà, ma che a me piacciono proprio per questo, perché sono la mia immagine di loro.

Plus1gmt, per esempio, io lo vedo con i baffoni e la testa tonda. Il Disagiato, ancora, lo immagino lungo lungo, magro magro e con i capelli lunghi. Lo Scorfano, invece, non riesco proprio a definirlo: è una sorta di figura indistinta ammantata di luce (!): trasuda la mia ammirazione da troppi pori! La Noisette, e non so proprio perché, me la figuro con i boccoli scuri e la bocca grande (assomiglia un po', a dire il vero, alla mia prof di italiano del ginnasio). Del Comiziante ho già detto in passato. Cloridrato di Sviluppina non so bene come sia: so solo che indossa sempre t-shirts. Frank, allo stesso modo, non lo inquadro bene, ma me lo vedo bello pimpante sulla sua bici da corsa.

Voi fate altrettanto? Ogni Blogger ha una fisionomia tutta vostra? A volte mi soffermo anche a pensare cosa gli altri possano pensare di Tinni. E' buffa questa cosa di avere un'identità parallela della quale decidere di volta in volta cosa rendere noto. Si può scegliere il nome, formarle il carattere, è un po' come avere un cucciolo di cane in casa propria. Voi come vi trovate, con il vostro cagnolino? Oggi, per esempio, a me Tinni sta un po' sulle palle: vuole a tutti i costi trovare una frase folgorante con cui chiudere questo post che è in bozza da due giorni ma non ci riesce e mi fa perdere tempo prezioso di studio. Basta. Non le parlo più fino a domani.

9 commenti:

  1. Magari ti faccio un regalo, un giorno...

    RispondiElimina
  2. Io Tinni me la immagino biondo scura o castano chiara coi capelli lisci, però all'inizio ero stata fuorviata da un tuo commento dove dicevi che eri una nonnina, e invece sei una giovincella...
    ci ho preso?

    RispondiElimina
  3. Aliceland è un genio.

    Troppo bello questo post! Anche io mi diverto tantissimo a immaginare volti, indumenti e abitudini di chi scrive dietro ai pc.

    L'ho sempre fatto, anche quando - pur non avendo un blog - scrivevo sui forum di discussione (devo scrivere un post sui forum di discussione... Ricordamelo!)

    Se devo essere sincera, la stessa Tinni, che pure ho avuto modo, non solo di conoscere, ma persino di avere al mio fianco mentre redigeva i suoi amabili post, la immagino un po' diversa, quando leggo quello che scrive.

    Non so,... ha qualcosa di più Tinnico. La immagino su di una scrivania coloratissima, piena di vasettini minuscoli con fiori e piantine grasse. In generale, la immagino più piccola di dimensioni, una specie di Grilletta Parlante, sempre saggia nella sua tenerezza!

    RispondiElimina
  4. Si, Aliceland ha un buon intuito. E, comunque, mi ero dimenticata di lei!
    Il Suo identikit: capelli lunghi e lisci, sottili, naso all'insù. Due figli biondi.

    @Campanella: la storia della grilla parlante ti è venuta così spontaneamente? O è perché già conoscevi il mio PREZIOSISSIMO E SEGRETISSIMO totem scout????!!!

    @Scorfano: :)

    RispondiElimina
  5. Io tinni me la immagino migliore della sua fototessera.

    RispondiElimina
  6. Ripasso qui dopo due giorni e vedo i commenti... vabbè, i capelli li ho tagliati recentemente, per il resto un inquietante intuito cara Tinni, perchè sapendo che sono nordica ci sta che sono bionda, ma addirittura "capelli sottili". Sono colpita!

    RispondiElimina
  7. effettivamente, io ho i boccoli, non scurissimi, più castano-ramato, direi. :)
    la bocca invece è grande solo in questi giorni, perché ho l'interno delle labbra piene di afte. ahia.

    RispondiElimina
  8. Il post mi piace...non ci avevo pensato..ma in effetti anche i blogger ormai appartengono a quel mondo magico della fantasia...
    in effetti cara, pur conoscendoci da ormai troppi anni...(ohibò meglio non pensare all'età anagrafica), anche io ti immagino come Campanellino...occhi vivaci e sguardo vispo, che guardi il mondo dalle tue personalissime lenti,attenta a quello che ti succede intorno...

    cmq sul mio blog ho una sorpresina per te....

    RispondiElimina